A TRA POCO


Durante questa pausa dal pubblicare ricette causa studio, non sono rimasto con le mani in mano; anzi ho continuato a raccogliere e sperimentare nuove ricette da proporvi. Ufficialmente “Una noce di burro” riaprirà i battenti da metà luglio.

Nel frattempo provate tutte quelle già presenti e pubblicizzate il blog ad amici e parenti. Stay tuned!

Avviso importante


Mi scuso per la mancanza di ricette in questi giorni ma sono nel periodo esami e purtroppo ho poco tempo sia per cucinare che per scrivere ricette. Presto mi farò perdonare con qualche ricetta speciale.

Grazie a tutti dell’attenzione e ricordate… Buon appetito!!

Frittelle di castagne


frittelle-di-farina-di-castagne

Le frittelle di castagne sono un dolce rustico, tipico della stagione autunnale. Ottime per chi non ama i dolci cremosi e troppo zuccherati.

 

Ingredienti (30-35 frittelle):

  • 400g di farina di castagne
  • 500ml di acqua calda
  • mezzo cucchiaino di lievito in polvere per dolci
  • 100g di uvetta
  • 60g di pinoli
  • 1 grande pizzico di sale
  • zucchero a velo q.b.
  • olio di arachide q.b.

 

Procedimento:

Setacciate la farina di castagne ed aggiungete l’acqua calda in cui avrete disciolto il sale ed il lievito. Mescolate sino ad ottenere una crema densa e fluida.

Nel frattempo mettete in ammollo l’uvetta per una decina di minuti. Scolate ed asciugate l’uvetta, dopodichè aggiungetela alla crema di castagne. Unite anche i pinoli ed amalgamate bene tutti gli ingredienti.

In una padella antiaderente, mettete poco olio di arachide (meno di mezzo cm) e fatelo scaldare. Quando sarà caldo (controllate che si a temperatura mettendo un pochino di impasto), mettete 4-5 cucchiaiate di impasto e fatele friggere a fuoco dolce fino a doratura di entrambi i lati.

Una volta cotte, fatele asciugare e servitele spolverizzate di zucchero a velo (oppure miele).

 

Consiglio:

Potete anche cuocerle in forno a 200° oppure sulla piastra per crepes, ovviamente il risultato non sarà lo stesso! Ma quando la linea chiama…

 

Buon appetito!!

Coniglio alla ligure


Coniglio alla ligure

Il coniglio alla ligure è un piatto della mia tradizione, preparato principalmente nel savonese. E’ molto semplice da fare ma molto saporito grazie ai pinoli ed alle olive, rigorosamente taggiasche, che esaltano il gusto della carne di coniglio.

Ingredienti (5-6 persone):

  • 1,5 kg di carne di coniglio
  • 3 foglie di alloro
  • 1 scalogno
  • brodo di carne q.b.
  • olive taggiasche q.b.
  • pinoli q.b.
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • maggiorana q.b.
  • sale q.b.
  • 1 rametto rosmarino

Procedimento:

Tagliate il coniglio a bocconcini e rimuovete, se presenti, la testa e le interiora.

In una padella molto capiente mettete un filo d’olio e fateci rosolare lo scalogno, dopodichè aggiungete i pezzetti di coniglio e rosolateli su tutti i lati. Aggiungete l’alloro, la maggiorana ed il rosmarino tritato e fate cuocere fino a quando il coniglio non sarà “colorato”.

Aggiungete un bicchiere di vino rosso e lasciatelo sfumare completamente. Unite abbondanti olive taggiasche (meglio se denocciolate) e 2 manciate di pinoli.

Amalgamate bene gli ingredienti, coprite la padella con il coperchio e lasciate cuocere a fuoco basso per 1 ora e un quarto, aggiungendo mestolate di brodo caldo di tanto in tanto.

Alla fine della cottura il coniglio dovrà risultare tenero, tanto da staccarsi dalle ossa.

Consiglio:

In alcune varianti, viene arricchito con un cucchiaio di miele; io lo proferisco nel modo tradizionale ma potete provare.

Buon appetito!!

Cornetti di pasta sfoglia ripieni


20140318_162744

Con la pasta sfoglia si possono realizzare un’infinità di ricette, sia dolci che salate. Io vi propongo dei deliziosi cornetti ripieni di Nutella e crema pasticcera e dei torcetti ricoperti di zucchero. Sono molto semplici e nessuno potrà resistere alla tentazione.

Ingredienti (12-15 cornetti o torcetti):

  • 1 pasta sfoglia rettangolare
  • Nutella q.b.
  • crema pasticcera q.b.
  • zucchero q.b.

Procedimento:

Prendete una pasta sfoglia acquistata, oppure fatela seguendo la ricetta che trovate qui. Una volta stesa, ritagliate dei lunghi triangoli isosceli e sulla base mettete un cucchiaino di Nutella oppure crema pasticcera, seguendo la ricetta che trovate qui.

Arrotolate il triangolo su se stesso, facendo attenzione a non far uscire il ripieno, e piegate le punte verso l’interno in modo da dargli la tipica forma del cornetto. Spennellateli con del rosso d’uovo, mettete un pò di zucchero semolato in cima ed infornate i cornetti a 180° in forno statico preriscaldato, fino a doratura.

In alternativa potete fare dei torcetti: tagliate delle striscioline di pasta ed arrotolatele a spirale; spennellateli con il rosso d’uovo e ricopriteli completamente di zucchero semolato. Infornate anche i torcetti a 180° sino a doratura.

Una volta cotti fateli raffreddare su di una gratella in modo che risultino friabili. Ideali per accompagnare un bel thé caldo.

Buon appetito!!

Quiche ai porri


quiche ai porri

La quiche è una tipica torta salata francese a base di pasta sfoglia, ripiena solitamente di uova con l’aggiunta di molti altri ingredienti a scelta; infatti spesso viene chiamata svuota-frigo. La prima che vi propongo è quella ai porri e parmigiano. 

 

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 2 porri grandi
  • 3 uova
  • 100ml di panna da cucina
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • prezzemolo q.b.
  • noce moscata q.b.
  • 1 bicchiere d’acqua

 

Procedimento:

In una padella, fate rosolare con un filo d’olio i porri tagliati a rondelle. Una volta rosolati, aggiungete un bicchiere d’acqua e fateli stufare sino a quando l’acqua non sarà del tutto evaporata. Salate e lasciate raffreddare i porri.

In una ciotola, rompete le uova e sbattetele con abbondante parmigiano grattugiato, il prezzemolo tritato, la panna da cucina ed una spolverata di pepe e noce moscata. Unite i porri ormai freddi alle uova ed amalgamate bene il tutto. 

Disponete la pasta sfoglia (una già pronta di ottima marca oppure potete preparala con la ricetta che trovate qui) in una teglia rotonda coperta di carta forno e versateci il composto di uova e porri.

Coprite con altro parmigiano grattugiato oppure a scaglie ed infornate a 180° per 40 minuti, fino a doratura della superficie.

Gustate la quiche ai porri tiepida oppure fredda, come antipasto o aperitivo.

 

Buon appetito!!

Pasta alla norma


fusilli alla normaLa pasta alla norma è un tipico primo piatto siciliano a base di melanzane fritte. Una volta pronta va servita rigorosamente con abbondante ricotta salata e qualche fogliolina di basilico.

 

Ingredienti (4 persone circa):

  • 380g di pasta (spaghetti, penne rigate, tortiglioni, fusilli)
  • 500g  di passata di pomodoro
  • 200g ricotta salata
  • basilico q.b.
  • pepe q.b.
  • sale q.b.
  • sale grosso q.b.
  • 2-3 melanzane
  • 1 scalogno
  • olio extravergine d’oliva q.b.

 

Procedimento:

Lavate le melanzane e tagliatele a fette di abbastanza sottili. Mettetele in un colapasta, cospargetele di sale grosso e pressatele con un peso in modo che perdano tutta l’acqua di vegetazione.

Mentre le melanzane spurgano per circa 1 ora, fate soffriggere in una padella lo scalogno con un filo d’olio; dopodichè aggiungete la passata. Fate restringere la salsa, aggiustate di sale e pepe ed aggiungete qualche foglia di basilico fresco.

Una volta passata l’ora, lavate bene le melanzane sotto l’acqua corrente ed asciugatele con un panno. Friggetele in olio di oliva fino a doratura. Una volta fritte, asciugatele dall’olio in eccesso ed aggiungetele al sugo tagliate a striscioline (magari tenetene qualcuna intera per la guarnizione).

Cuocete la pasta che desiderate in abbondante acqua salata e, una volta cotta, aggiungetela al sugo di melanzane. Amalgamate ben tutti gli ingredienti e servite la pasta alla norma con una abbondante grattugiata di ricotta salata, qualche melanzana intera che avete tenuto da parte e 2 foglioline di basilico fresco.

 

Buon appetito!!